📁
➋➏➐€ Visti Russia Business annuale con telex e assicurazione ✰✰✰✰✰ Servizio rapido per l'ottenimento online del visto per la Russia, visti Russia per turismo o annuali per affari, siamo i numeri uno!➋➏➐€ Visti Russia Business annuale con telex e assicurazione ✰✰✰✰✰
Articoli

L’inghippo dei Visti turistici

Visti turistici “ristretti” e violazione dei rapporti di reciprocità

Attenzione, benché un cittadino russo possa richiedere ed ottenete un visto turistico di durata fino a 3 mesi, l’autorità russa ha pensato bene di ritenere inopportuno concedere ai cittadini italiani visti turistici di durata superiore ad un mese, tutto ciò in palese violazione di un trattamento reciproco il quale dovrebbe stare alla base dei rapporti fra Stato e Stato in materia dei visti.

I visti turistici per la Federazione Russa obbligatoriamente debbono essere avvallati da un Vaucher di prenotazione alberghiera da parte dell’hotel o agenzia turistica accreditata presso il ministero, in violazione di un trattamento reciproco, la Russia non concepisce una forma di turismo itinerante o il turismo fai da te. Gli hotel di fascia economica siti al di fuori da San Pietroburgo e Mosca non dispongono nemmeno di un “reference number” (l’accreditamento), e la loro prenotazione può risultare assolutamente vana al fine di acquisire il requisito fondamentale per poter poi fare domanda per un visto turistico. Per assurdo, intere aree della Russia tra cui persino le zone naturali più belle ed affascinanti dal punto di vista turistico come possono essere per esempio la Kamchatka o il lago Baikal, non dispongono di strutture ricettive dotare di “reference number” valido al fine dell’ottenimento del visto, e quindi il turista si vede costretto a varie peripezie triangolando su altre agenzie che pur non disponendo di una struttura ricettiva propria, nella maggior parte dei casi sono gli unici soggetti in grado di fornire al turista diretto in determinate repubbliche o regioni della Federazione Russa, la documentazione “fittizia” necessaria per il rilascio del visto. Detto in parole povere, con un esempio, il turista abituato a viaggiare prenotando regolarmente l’hotel e il volo e il taxi tramite i siti web leader mondiali e oramai sinonimi di garanzia, non acquisiscono nessun titolo al fine dei requisiti per l’ottenimento d’un visto turistico, che viene rilasciato invece sulla base di un vaucher turistico da parte di un ente o agenzia accreditata, tutto ciò esattamente come avveniva nei tempi dell’era sovietica quando si passava tutti per l’Inturist! Tutto ciò nonostante i cittadini russi diretti in Italia, usufruiscono di visti turistici avallati da una semplice dichiarazione d’ospitalità presentata su carta semplice (si veda il modello sul sito del Ministero degli Esteri: http://www.esteri.it/visti/pdf/invito_t.pdf)

Attenzione: Si avvertono i turisti in viaggio in Russia per turismo, che nel caso di modifiche dell’itinerario o al programma di viaggio che dovesse comportare un periodo di permanenza nel territorio della Federazione Russa superiore a quello della durata del visto, non potranno in alcun modo estendere il proprio visto cadendo quindi in una grave situazione di “clandestinità”, la proroga viene concessa esclusivamente per circostanze dovute a “causa di forza maggiore”, ovvero in casi tipo la “detenzione” o la “morte” dell’interessato! Non ci risulta che mai sia stato prolungato un visto turistico, questo benché i cittadini russi giunti in Italia per turismo possano recarsi in questura con l’invitante e chiedere ed ottenere su valide motivazioni un permesso per prolungare il proprio soggiorno nel territorio, stando nei limiti concessi dalla legge (nei comuni più piccoli è anche abbastanza facile da ottenere).

Il flusso di turismo italiano verso la Russia è dieci volte inferiore rispetto al flusso contrario, quindi le discriminazioni qui riportate sulla base di una auspicabile trattamento reciproco, sono del tutto incomprensibili, visto che l’Italia non può in alcun modo rappresentare per la Russia un rischio migratorio!

Argomenti nella stessa categoria